Andare fuori strada il più possibile stando in piedi sulle pedane

Pubblicato il : 23 Marzo 20218 tempo di lettura minimo
Ciò di cui non hai bisogno come motociclista fuoristrada dilettante è una grande potenza. Certo, vuoi una moto che sia abbastanza veloce da stare al passo con te e che abbia una buona potenza di trazione, ma certamente non hai bisogno di 100 cavalli. In fuoristrada, è soprattutto il peso della moto che conta e cose come le sospensioni. Se porti una moto a 2 cilindri da 100 CV su un terreno molto accidentato, avrai difficoltà a cavartela come pilota.

Guidare fuori strada è diverso

La scelta di una moto fuoristrada dipende anche da quello che ci farai. Se hai intenzione di pedalare su terreni molto pesanti come fango e sabbia, una bici leggera è l’opzione migliore.

Se hai intenzione di guidare principalmente su strade di ghiaia come nelle Alpi, puoi scegliere una moto più pesante. Considera un twin africano o una BMW R 1200 GS.

Tuttavia, se si opta davvero per i percorsi fuori strada più pesanti, allora sembra diverso. Perché allora il peso della moto comincia a contare.

Le piste con molto fango e sabbia richiedono molto al pilota di una moto, quindi si vuole meno peso possibile. Il divertimento in fuoristrada non richiede molta potenza. 250 cc sono più che sufficienti.

Perché tutto quel peso, bisogna controllarlo. E la mancanza di potenza non è qualcosa che si deve affrontare come pilota di fuoristrada.

Ci si può divertire molto con un vecchio XT600, ma anche quello può diventare troppo pesante. Se vuoi davvero conquistare terreni difficili, è meglio avere una moto da 400 o anche da 250cc.

Pensate per esempio a un AJP di 250 cc. Una mountain bike di questo tipo ha abbastanza potenza per essere in grado di affrontare terreni difficili.

Il vantaggio di una moto da fuoristrada di 250cc  cosi come la AJP è che pesa poco più di 100 chili.

I grossi tacchetti sono un sacco di presa.

E quei 100 chili sono belli da guidare sui terreni più pesanti. Naturalmente, assicuratevi di avere pneumatici per terreni accidentati. Hai bisogno di pneumatici per terreni accidentati per non rimanere bloccato.

Grandi punte si aggrappano al terreno spesso paludoso in modo da avere abbastanza trazione per andare avanti.

Quando si impara a conoscere la guida in fuoristrada, è meglio iniziare lentamente. Non cercate subito i sentieri più difficili, ma iniziate con i terreni più facili.

Per esempio, pensate alle strade di ghiaia con una superficie più dura. Nei Paesi Bassi, queste piste non sono facili da trovare perché l’Olanda ha molte strade morbide e sabbiose.

La guida fuoristrada non è la stessa ovunque

Per le superfici dure, è meglio andare al nord o al sud della Francia. Ci sono anche sentieri di ghiaia nelle Alpi o nei Pirenei, ma lì potresti dover affrontare sentieri di montagna in salita e quindi ripidi.

I sentieri di montagna di per sé non dovrebbero essere un problema, ma per un principiante del fuoristrada possono essere abbastanza difficili.

Perché quando si inizia a guidare in fuoristrada, si ha molto a cui pensare. Per cominciare, devi essere in grado di valutare molto bene dove stai guidando.

Su un terreno duro e sabbioso, tutto sembra facile da fare perché sembra un normale asfalto.

Questo non è il caso, perché se state guidando su una pista di sabbia dura, state guidando su una superficie di sabbia morbida. E su questa sabbia morbida, bisogna reagire in modo diverso che sull’asfalto.

Guida fuori strada su terreno morbido

Se si accelera su un terreno così morbido, c’è una grande probabilità che la ruota posteriore scivoli. E quando questo accade, la stessa ruota posteriore tende a muoversi leggermente di lato.

Soprattutto se pensi di poter accelerare a tutto gas, perché la ruota posteriore sta cercando aderenza e non ce n’è, o almeno meno di quanto pensi. Le forze di reazione fanno sì che la ruota posteriore cerchi una direzione in cui andare.

All’inizio la ruota posteriore vuole andare avanti, ma spesso vuole andare più veloce di quanto possa. Per compensare, la ruota posteriore comincerà a girare e a cercare una direzione.

Nelle piste sabbiose con superfici dure, l’effetto non è così forte, ma c’è. Quando si guida per la prima volta su questo tipo di strada, non applicare l’acceleratore al massimo perché l’effetto è diverso da quello previsto.

La sospensione è occupata

Non appena inizierai a guidare su piste sterrate, noterai che le sospensioni della tua moto hanno ancora molto lavoro da fare. Questo perché i dossi del terreno sono molto più grandi di quelli che si incontrano sulla strada.

Questo è ovviamente il motivo per cui una moto da fuoristrada ha una lunga escursione delle sospensioni, ha solo bisogno di assorbirne di più.

Su piste sabbiose con una superficie più dura, non si notano molto i dossi finché non si dà più gas.

Perché, ovviamente, ci stiamo muovendo un po’ in fretta. Noterai che la tua moto vuole muoversi molto di più sotto di te quando vai fuori strada. E non intendo solo che la moto salta sotto di te.

Buche e buche

Le buche che incontrerete sulla strada non sono mai facili e non sono sempre in mezzo alla strada.

Se incontrate una grande buca che non si trova al centro della strada, noterete che la vostra moto potrebbe iniziare a muoversi selvaggiamente a sinistra o a destra.

Una tale buca costringe le ruote ad andare nel punto più profondo della buca. E se quel punto più profondo non è nella tua corsia, noterai come reagisce la tua moto.

La moto sentirà un sobbalzo a sinistra o a destra, a seconda della posizione della buca sulla strada. Se il centro della buca è più a destra del tuo percorso, la moto si inclinerà a destra e viceversa.

Accelerare e non frenare

Nella maggior parte dei casi, i principianti del fuoristrada reagiscono a una grossa buca rallentando. Frenare è la reazione più naturale, ma non la migliore.

Ed è esattamente quello che non si dovrebbe fare. Ridurre la velocità nelle buche dà alla tua moto il tempo di seguire la forma della buca.

Se fai una grande buca a bassa velocità, noterai che la moto reagisce molto di più alla buca che non ad alta velocità.

Il consiglio è di aumentare la velocità quando si vede una grossa buca e non rallentare. Vuoi assorbire il più possibile l’effetto di una buca profonda sulla tua moto e puoi farlo stando in piedi.

Non stare fermo

In una situazione del genere, è importante stare sulle pedane e guidare nella buca con molta potenza. Questo vale anche per la sabbia e il fango sciolti.

Stare in piedi sulle pedane con le ginocchia leggermente piegate e usare le ginocchia come ammortizzatori.

È come rimbalzare con la bicicletta. In questo modo si prendono più urti e la parte superiore del corpo rimane più stabile.

Se si sta fermi, la parte superiore del corpo si muove troppo con la moto e si perde il controllo. Se stai in piedi, la parte superiore del corpo rimane più stabile e hai più controllo sul manubrio.

Questa non è una bella storia

Mantenendo la parte superiore del corpo più stabile, le braccia si muovono molto meno con il resto della bicicletta, permettendoti di tenere meglio il manubrio.

Guidare più velocemente sulle buche stando in piedi sulle pedane ti dà un controllo migliore.

Per il novizio del fuoristrada, questa storia può sembrare fredda, come quando il gioco si fa duro, ma in questo caso è proprio vero.

Basta guardare i grandi piloti di rally e cross country che vanno in fuoristrada. Pochi di loro rimangono al loro posto per lunghi periodi di tempo.

La tecnica di guida fuoristrada

Per il principiante del fuoristrada, si consiglia di rimanere sulle piste meno difficili. Anche solo per abituarsi a guidare in piedi sulle pedane.

Stai già pedalando molto sulla strada e ti stai allenando a stare in piedi quando sei sulla strada con la tua moto. Solo per abituarsi a stare in piedi sulle pedane durante la guida.

Si noti che la tecnica di guida in fuoristrada è diversa a seconda del tipo di superficie che si trova. Ma in ogni caso, guidare una moto fuoristrada può dare il massimo del brivido.

Rispettate la legge e non disturbate nessuno con il vostro hobby. Non pedalare con gli scarichi aperti nei boschi, o rovinerai il tutto per gli altri. È meglio se si guida legalmente fuori strada.

MOTOCROSS : INTERESSI MULTIPLI #35
AVANTI VELOCE SU MOTO ELETTRICHE ZERO SR/S

Plan du site